OSSERVATORIO SUL RUOLO DEL RISK MANAGER IN ITALIA

                                                       

 

Il tema del risk management ha assunto grande importanza negli ultimi anni e le pratiche di gestione del rischio si stanno sempre più evolvendo verso un approccio integrato di tipo Enterprise Risk Management, che spinge ad abbandonare l’accezione prettamente assicurativa del ruolo del risk manager.

La recente letteratura e le best practice internazionali hanno messo in evidenza come il risk management debba superare l’approccio reattivo e la gestione dei rischi «a silo» per evolversi verso un RM integrato con la strategia aziendale, che pervada tutti i processi in modo trasversale e integrato, e che consideri il rischio non solo come minaccia ma anche come fonte di opportunità e vantaggio competitivo. 

La figura del risk manager come facilitatore e coordinatore di questo processo è di fondamentale importanza; d’altra parte, le competenze necessarie non sono più quelle tradizionali.

È proprio da queste considerazioni che nasce l’esigenza di capire a fondo quale sia il panorama italiano. La ricerca nasce, in collaborazione con ANRA, con l’obiettivo di fornire una panoramica sull’evoluzione del ruolo del Risk Manager nelle imprese italiane, raccogliendo informazioni che includono:

   -  Profilo anagrafico e formativo

   -  Organizzazione della funzione RM

   -  Denominazione ufficiale e ampiezza del ruolo

   -  Categorie di rischi gestiti

   -  Retribuzione

 I risultati ottenuti dalle elaborazione delle risposte alla survey sono stati presentati durante il convegno annuale ANRA 2014 che si è svolto a Milano il 25 e 26 settebre. 

IL REPORT È SCARICABILE GRATUITAMENTE QUI

Le slide utilizzate dai relatori sono disponibili nella sezione Premium del sito.

Per maggiori informazioni: info@risk-governance.eu

 

RICERCA